Real Estate Award

L'evento che ogni anno premia le migliori aziende e i migliori progetti nel campo dell'edilizia internazionale.

L'azienda Wolf Haus e RiLAQUILA premiate al Real Estate Awards

Kurt Schoepfer, amm. delegato di Wolf Haus e Johann Waldner, presidente RiLAQUILA e titolare di IDEAL Marketing

L'azienda altoatesina Wolf Haus è stata una delle indiscusse protagoniste della serata benefica organizzata a Milano in occasione del Real Estate Awards, l'evento che ogni anno premia le migliori aziende e i migliori progetti nel campo dell'edilizia internazionale.
Oltre 700 invitati, esponenti delle istituzioni, banchieri, giornalisti ed imprenditori del settore immobiliare italiano ed estero, famosi architetti internazionali come Daniel Libeskind, colui che ha realizzato il progetto Freedom Tower a Ground Zero dove sorgevano a New York le Torri Gemelle, hanno partecipato all'evento promosso da Fiera Milano nella quale la Wolf Haus ha ricevuto il premio come Miglior Progetto Sostenibile ed Antisismico realizzato per l'emergenza del terremoto in Abruzzo.

Le candidature relative ai premi sono state effettuate sulla base di nominations valutate da esperti della Bocconi, del Politecnico di Milano, della Sapienza di Roma e dalla redazione di RE Real Estate.
E' stato davvero un evento quello che ha visto l'azienda leader nella costruzione di case con struttura portante in legno ricevere per l'appunto un premio che solitamente è destinato all'edilizia tradizionale, tanto da essere stato battezzato dagli organizzatori il "mattone d'oro".

"Evidentemente sono stati riconosciuti alla nostra azienda i grandi risultati raggiunti in questi anni" commenta l'ing Kurt Schoepfer, amministratore delegato di Wolf Haus, "e di come le nostre abitazioni siano state apprezzate da parte dei nuovi inquilini che stanno vivendo in prima persona il comfort di abitare in una casa certificata CasaClima A in termini di vivibilità e di risparmio energetico."
"Noi abbiamo fatto la scelta" continua Schoepfer "di investire le nostre risorse per proporre agli aquilani delle case moderne, costruite con una tecnologia all'avanguardia, per dare una risposta vera e concreta all'emergenza, e per restituire a queste persone almeno un po' di quella sensazione unica personale di sentirsi a casa propria. Essere premiati in questa importante sede accanto a progetti internazionali nominati come l'edificio più alto del mondo, il Burj Khalifa Dubai, mi rende particolarmente orgoglioso. Se una delle più importanti manifestazioni dell'edilizia tradizionale premia un'azienda come la nostra, vuol dire che lo sforzo della Wolf Haus di creare un prodotto che ha travalicato le distinzioni ed è riuscito a posizionarsi sul mercato dell'edilizia come un unicum per l'alta qualità tecnico-costruttiva è stata una scelta vincente".

La Wolf Haus si è particolarmente distinta durante questo ultimo anno trascorso dall'inizio del Progetto C.a.s.e, non solo perchè è riuscita a portare al termine con successo un impresa che all'inizio sembrava impossibile, ma anche per aver saputo abbinare alle indiscusse capacità tecniche e costruttive, che hanno valso all'azienda questo importante riconoscimento, senza mai dimenticare l'etica e il codice morale che ha applicato costantemente nel rapportarsi con gli enti e le istituzioni locali e con gli stessi abitanti dell'Aquila, che sono state le vittime indifese dell'evento più tragico che la storia del nostro Paese ricordi dal dopoguerra. Durante la stessa serata la Onlus RiLAQUILA, nata dalla grande sensibilità del suo presidente Johann Waldner, titolare dell'azienda Ideal Marketing che ha creato e sviluppato l'intero concetto di comunicazione e grazie alla generosità della stessa Wolf Haus che ha destinato gran parte dei suoi utili a questa associazione, ha ricevuto il premio come Miglior Progetto d'Infanzia, per il complesso educativo e sportivo costruito a Sassa, vicino L'Aquila, e composto da un asilo per 75 bambini e una palestra e un campo di calcio.

La parte sportiva del progetto ha visto la partecipazione attiva anche della Fondazione Milan, sempre molto attenta a cause dalla forte valenza sociale.
Il presidente di RiLAQUILA, Johann Waldner esprime così la sua soddisfazione per questo importante riconoscimento: "questo premio è uno stimolo a continuare in questa missione per noi e per tutti coloro che vogliono aiutare L'Aquila a rinascere. In particolare questi progetti che abbiamo già realizzato permetteranno a molti bambini dell'Aquila, le cui famiglie hanno trovato una nuova dimora nella zona Ovest della città, di appropriarsi di un nuovo spazio per giocare e crescere insieme, per ritrovare quella spensieratezza che deve appartenere all'età dell'infanzia dopo un anno tragico segnato dal terremoto che ha devastato L'Aquila il 6 aprile 2009."

E proprio dall'Aquila è venuto il saluto dell'Ente culturale che più rappresenta la città in ambito internazionale: l'Istituzione Sinfonica Abruzzese con la sua prestigiosa orchestra ha aperto questa importante serata eseguendo dei brani dalle Quattro Stagioni di Vivaldi, strappando applausi a scena aperta e rilanciando così dal palco di Milano l'idea di candidare L'Aquila come Capitale Europea della Cultura per il 2019.
L'Istituzione Sinfonica Abruzzese ha inoltre ricevuto da RiLAQUILA e dagli organizzatori del Premio la donazione di 30.000 euro, che saranno destinati a ristrutturare le sale prova dell'orchestra, gravemente danneggiate dal sisma.

Luglio - 2017
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
  01
02 03 04 05 06 07 08
09 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 27 28 29
30 31  

Parlano di noi

CasaClimaTV