Posa prima pietra

RiLAQUILA dona in Emilia la prima ScuolaEnergyPiù

Sorge a Sant’Agostino la prima scuola definitiva ad essere costruita dopo il terremoto, che è anche la prima scuola in assoluto a produrre più energia di quanta ne consuma.

Quello che si è celebrato sabato scorso a Sant’Agostino, nel cuore di quell’Emilia martoriata dal terremoto di maggio, è un evento davvero speciale per due motivi: è stata infatti posta la prima pietra per la realizzazione della prima struttura scolastica definitiva, ossia non provvisoria, edificata dopo il sisma. L’importanza che ricopre questo progetto deriva anche dalla responsabilità che è stata affidata a RiLAQUILA dalla solidarietà espressa da decine di migliaia di cittadini italiani, che hanno aderito alla raccolta fondi di Mediafriends Onlus promossa dal Tg5 e Il Resto del Carlino in favore delle zone terremotate. Per la responsabilità che comporta questa donazione unica ed eccezionale, RiLAQUILA si è voluta impegnare ancora di più nel segno della propria missione: infatti, grazie al coinvolgimento della Wolf Haus, azienda leader nel settore delle costruzioni ad alta efficienza energetica, oltre ad essere per l’appunto la prima nuova scuola “vera” di tutte le zone terremotate, la scuola media di Sant’Agostino sarà anche la prima ScuolaEnergyPiù in assoluto a livello internazionale, ossia il primo complesso scolastico che produrrà più energia di quanta ne consuma!

RiLAQUILA dona quindi a questo piccolo centro dell’Emilia l’opportunità non solo di rinascere grazie alla speranza che porta in sé la nuova scuola, ma anche il pregio di essere protagonisti di una rivoluzione sostenibile, che vede concretizzarsi un progetto che abbina la totale sicurezza grazie all’uso delle più avanzate e testate tecnologie antisismiche, con i più innovativi sistemi costruttivi dal punto di vista di efficienza energetica. ScuolaEnergyPiù di Sant’Agostino, che sarà realizzata in un tempo eccezionalmente breve per consentire agli oltre 200 studenti di tornare sui banchi prima di Natale, sarà un modello da seguire nell’edilizia scolastica per tutti i benefici che porta con sé: i costi di gestione, che per ogni dirigente comunale e scolastico sono un incubo in tempi di crisi, divengono improvvisamente una voce in attivo della scuola, con la quale finanziare altre attività extrascolastiche oppure magari aiutare studenti di famiglie più in difficoltà. A sancire la cerimonia c’è stata la firma apposta dai presenti del manifesto della solidarietà e sostenibilità, un messaggio sottoscritto dalle associazioni e dai promotori della donazione nel quale vengono riportati i principi che animano la nascita della nuova scola media di Sant’Agostino. La pergamena, arrotolata in una “capsula del tempo”, è stata poi inserita dal Presidente di RiLAQUILA Johann Waldner all’interno della pietra simbolo che sancisce l’inizio dei lavori e il significato di futuro e cambiamento che questa scuola testimonierà.